Warehouse Management System (WMS)

Siamo in epoca di automazione, i magazzini automatici conquistano sempre più spazi di mercato nel sistema logistico italiano, approfondiremo l’argomento in una sessione formativa dedicata.
Nessun magazzino organizzato può non dotarsi almeno di un buon WMS, un sistema software che ha il compito di supportare la gestione operativa in ogni sua fase.
Per mezzo della tecnologia in radiofrequenza (di norma standard 802.11ac / 802.11n, basati sull'utilizzo di una frequenza che può variare dai 2.4 giga hertz fino ai 5.0 giga hertz) il sistema consente di gestire ogni fase dell’attività logistica attraverso dispositivi portatili (palmari o altra tecnologia) che si connettono al segnale radio emesso dagli access point posizionati in magazzino per lo  scambio in tempo reale di informazioni con il WMS o con altri software aziendali.

Le principali funzioni di un WMS sono:

  • L'identificazione delle merci transitanti in magazzino

  • La ricezione e il controllo

  • La gestione delle Unità di Carico (UDC) 

  • La messa a dimora delle UDC nelle ubicazioni

  • I trasferimenti interni e gli abbassamenti da ubicazioni di riserva a quelle di picking

  • La gestione della mappa del magazzino (utilizzando ad esempio la rotazione delle scorte per determinare in che postazioni conviene mettere a dimora / prelevare un determinato articolo)

  • Razionalizzazione dei percorsi di prelievo

  • Pcking - gestione delle Unità di Prelievo (UP)

  • Controllo/consolidamento/imballo dei materiali in uscita

  • Evasione disposizioni in uscita

  • Carico e affidamento merce ai corrieri

  • La redazione di inventari o, più in generale, di statistiche riguardanti le scorte e i flussi.

I migliori sistemi di gestione del magazzino offrono le funzioni avanzate di voice picking, tecnologia pick to light/put to light e RFID (Radio Frequency IDentification).


Attraverso l’analisi “tempi e metodi”, che approfondiremo in una sessione formativa dedicata,  si possono conoscere le proprie esigenze ed il livello di efficienza raggiunto o desiderato, così da attivare le funzioni del WMS maggiormente utili alla propria attività; ad esempio per ridurre i tempi di prelievo molte logistiche del tabacco o del farmaceutico implementano il voice picking così da consentire agli addetti al picking di muoversi all'interno delle corsie di lavoro con le mani libere e di poter indossare guanti, ricevendo i comandi di prelievo dal WMS con la possibilità di inviare conferme attraverso un sistema di sintesi vocale tramite cuffie con microfono incorporato.

 

Molte logistiche in Italia, che sono passate ai sistemi pick to light o put to light, sostengono di aver risparmiato dal 20 al 30% di operatività, con una forte riduzione degli errori.

L'RFID è una tecnologia sempre più utilizzata dai principali player logistici; il sistema identifica automaticamente le merci in tutte le fasi di movimentazione in/out ed interna, utilizzando campi elettromagnetici in radio frequenza generati da dei trasponder, i cosiddetti tag RFID, che vengono attaccati sulle merci che si desidera riconoscere, e da un sistema di lettura (e scrittura) dei tag stessi.

I vantaggi ovviamente sono notevoli in termini di efficienza operativa, ma il costo dell’investimento richiesto deve essere giustificato dai volumi  gestiti e soprattutto dal settore merceologico a cui si applica l’attività logistica.

 

Logos Consulting affianca le aziende partendo da un’analisi puntuale del livello organizzativo in essere, orientando la ricerca verso misurate soluzioni che possano portare il modello logistico, i processi ed i sistemi informativi, a sviluppare il più alto grado di efficienza.

Per saperne di più contattaci: fisseremo assieme un audit gratuito per aiutare la tua azienda a crescere.

© Powered by Logos Consulting - Via Marghera 49, 000185 Roma P.iva 14586491004

  • LinkedIn Icona sociale